on AGENDA

Appuntamenti
gastronomici da non perdere

A Pozzolo (MN)
Sagra del luccio in salsa

Luccio in salsa con polenta, tortelli di zucca, risotto col pistum (salsiccia di suino), risotto coi saltarei (gamberetti di fiume) e l’immancabile torta sbrisolona; il tutto accompagnato da vini di qualità, tra cui il lambrusco mantovano d.o.p. Queste le pietanze protagoniste della Sagra del Luccio in Salsa che si terrà a Pozzolo(MN) dall’8 al 12 settembre.

A Casalmaggiore (CR)
Festa della zucca
Anche quest’anno a Casalmaggiore sarà Zucca. Non solo da mangiare, ma anche “pensante”. Da giovedì 14 a domenica 17 settembre ritorna la Festa della Zucca, uno degli eventi di maggior richiamo dell’Oglio Po e del territorio, organizzata dall’associazione onlus “Amici di Casalmaggiore” e giunta alla 6^ edizione.

A Malpaga (BG)
“Castel Street Food”
Cibi di strada, musica e divertimento tornano ad animare il castello di Malpaga. Da venerdì 8 a domenica 10 settembre nella cornice dello storico maniero colleonesco si terrà la nuova edizione di “Castle street food”. L’iniziativa, promossa da Merenda italiana, propone tre giorni all’insegna del buon gusto e del divertimento con tanti eventi pensati per il pubblico di ogni età.


on WINE

Tempo di Vendemmia!

Alla scoperta di Cantine aperte in Lombardia

Il momento della vendemmia riunisce proprio tutti… dagli appassionati di tour enologici fino ai bambini. Avete voglia di provare un’esperienza indimenticabile con amici o con i vostri bambini? Nelle cantine del Movimento Turismo del vino, fino al 1 ottobre, si terrà Cantine Aperte in vendemmia. In Lombardia e non solo, è il momento in cui le aziende si animano del lavoro incessante in vigna e della selezione dei grappoli migliori, un periodo suggestivo per visitare i vigneti, partecipare insieme ai vignaioli alla raccolta dell’uva e alle prime fasi di lavorazione. Per accogliere al meglio gli appassionati, regalare loro tutta l’essenza di ciò che ruota intorno al profumo delle uve e del mosto, le aziende organizzano eventi speciali come mostre d’arte, spettacoli, concerti e speciali tour per bambini! Tra le aziende che partecipano, infatti, ce ne sono alcune che organizzano giochi, eventi e animazione dedicata interamente ai più piccoli. Per conoscere tutti i dettagli dei programmi andate alla ricerca delle cantine che riportano il logo Cantine aperte junior. L’elenco completo, il calendario e tutti i dettagli sono disponibili sul sito

www.movimentoturismovino.it


on WEEKEND

Il mese dei bambini

A settembre 2017 bimbi gratis in agriturismo

Torna anche nel 2017 l’iniziativa di Agriturismo.it dedicata ai bambini! Novità dell’anno è che l’evento durerà per tutto il mese di settembre. Nasce così il Mese dei Bambini. Dal 1 settembre al 1 ottobre, quasi 200 agriturismi di tutta Italia, selezionati tra i migliori e più adatti ai bambini, ospiteranno i bimbi gratuitamente durante i weekend (da venerdì a domenica)! L’offerta prevede il soggiorno gratuito per ogni bambino da 0 a 10 anni accompagnato da un adulto pagante, durante tutti i weekend di settembre. La ristorazione (se disponibile), sarà gratuita per il bambino accompagnato da un adulto pagante (che usufruisca dello stesso trattamento). Se sogni del tempo di qualità da passare insieme, facendo esperienze che arricchiscono tutta la famiglia, da ricordare al ritorno in città, da raccontare agli amici, emozioni che fanno crescere e al contempo divertono più di qualsiasi videogioco, il Mese dei Bambini è quello che fa per te! Una volta scelto l’agriturismo in cui soggiornare, puoi contattarlo direttamente dalla sua pagina di presentazione su Agriturismo.it. Non dimenticare di menzionare il Mese dei Bambini nel messaggio: in questo modo i gestori sapranno che desideri aderire all’iniziativa! Ricorda: una volta trovato il tuo agriturismo, condividi la tua esperienza! Scatta tante foto in agriturismo, se sei bravo gira un mini-video, poi tagga agriturismo.it e utilizza l’hashtag #mesedeibambini.


on TREND

Molto più che ostriche e cioccolato

I cibi afrodisiaci che risvegliano il desiderio

Siete alla ricerca di un menù speciale per una serata “caliente”, capace di sorprendere la vostra metà, regalare un’atmosfera romantica e ricca di passione? Scatenatevi con i cibi afrodisiaci, utilizzati fin dall’antichità per la loro capacità di innescare il circuito del piacere nel corpo. Nel menù non dovranno mancare: zenzero, peperoncino, zafferano ma anche asparagi, rosmarino, fragole e cioccolato! Partiamo con lo zafferano, un vero toccasana per la vita di coppia. Si dice che Cleopatra stessa ne facesse uso prima di fare l’amore, la sua fama di spezia afrodisiaca è diffusa anche tra i Greci, Persiani e Sumeri. Ideale per la sessualità femminile, grazie alla sua capacità di stimolare le zone erogene. Scatenatevi quindi con risotto alla milanese, o con un seducente elisir di tisane speziate. Per stimolare, invece, il desiderio maschile non dimenticate gli asparagi, ricchi di potassio, di vitamine del gruppo B e di sostanze che favoriscono la produzione degli ormoni sessuali maschili e la virilità. Nel menù non dimenticate neppure il peperoncino, fa infuocare anima e corpo! Il peperoncino si sa, dona alle pietanze quel tocco in più che fa pizzicare il palato, inebriare la mente e stimolare pensieri. Agisce come vasodilatatore e migliora la circolazione. Via libera anche al rosmarino! Questa erba deliziosa associata ad Afrodite, la dea dell’amore, aumenta anche l’apporto di sangue e aumenta la sensibilità della pelle. Il rosmarino può essere usato come condimento nei vari piatti e come essenza inebriante. Il consiglio? Versate qualche goccia di olio essenziale sulla pelle, sui tessuti o in un vaporizzatore. Che dire poi dello zenzero? E’ un tonico ricostituente, adatto non soltanto contro l’affaticamento e l’astenia, ma anche in caso di impotenza. Le virtù afrodisiache attribuire allo zenzero riguardano soprattutto la sua capacità di stimolare la circolazione e di garantire un maggior afflusso di sangue verso gli organi sessuali. Il merito è di sostanze come il gingerolo e il zingiberene. In Cina viene considerato un vero e proprio “viagra naturale”. E per finire… cioccolato extra fondente, uno dei migliori alimenti per stimolare la sessualità, e rossissime fragole! Provale immerse nel cioccolato per l’ultima esperienza afrodisiaca!


L’IDEA IN PIU’ Colazione giapponese

Situato nel cuore pulsante della città, in viale Francesco Crispi 15, arredato con tavoli di legno chiaro, in cui spicca il verde dei bonsai, il Macha Cafè offre ai suoi clienti  un menu dedicato quasi interamente alla colazione. Spremute, centrifughe, dolci speciali e cinque differenti versioni di macha, il famoso tè giapponese. Gli amanti del gusto giapponese non potranno fare altro che rimanere incantati davanti ad una proposta simile. Le parole d’ordine sono genuinità e bontà: solo prodotti sani, lavorati con la massima cura per garantire un gusto indimenticabile. Le foglie vengono cotte al vapore, poi asciugate e ridotte in polvere finissima; ce ne sono due tipi, il koicha che proviene da piante di età superiore a 30 anni, e l’usucha che proviene invece da piante di età inferiore ai 30 anni.


on TV

Grande successo per il ritorno di Top Chef Italia

Ieri sera, giovedì 7 settembre, è partita la nuova edizione del cooking show trasmesso su Nove. Dopo la prima stagione, che ha sancito la vittoria dello chef Matteo Fronduti, il programma tv culinario prodotto da Magnolia, è tornato in prima serata più sfizioso che mai! In giuria sono stati confermati i giudici stellati presenti nella prima edizione del talent show: Annie Feolde, madrina del gruppo e padrona di casa dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze e che nel 2015 ha valutato i concorrenti di Masterchef 5 Italia; Giuliano Baldessari, definito l’enfant terrible dell’alta cucina italiana e Mauro Colagreco, chef italo-argentino.   E i concorrenti? Ben 16 partecipanti: Andrea Astolfi, Luca Natalini, Bonetta Dell’Oglio, Cinzia Fumagalli, Victoire Gouloubi, Fabiana Scarica, Federica Atzeri, Massimo Biale, Andrea Fugnanesi, Majda Nabaoui, Cristian Orsini, Matteo Puccio, Marco Failla, Michele Elia, Francesco Germani e Giuseppe Cannillo. Tra loro due lombardi d’origine e uno d’adozione: la lecchese Cinzia Fumagalli; il milanese Francesco Germani e Giuseppe Cannillo pugliese d’origine e Arese d’adozione.

topchef.it.dplay.com


on SONDRIO

Grappolo d’oro a Chiuro (So)

Chiuro, da ben 34 edizioni, organizza il “Grappolo d’Oro” come qualificato appuntamento con i migliori vini valtellinesi. Dall’8 al 17 settembre frammenti di storia, incontri col gusto, momenti di cultura, spettacolo e musica faranno da sfondo alla principale protagonista della manifestazione: la viticoltura di montagna. Ricco come sempre il programma del paese immerso in una delle più importanti aree viticole della Lombardia. Scenario ideale per concerti, mostre fotografiche e di intaglio, rassegne corali, degustazioni guidate, convegni, concorso enologico, percorsi di lettura, passeggiate, animazione, mercatini, spettacoli, itinerari gastronomici, manifestazioni sportive a piedi e in bici, esposizioni, laboratori, giochi di abilità e tanto altro.


on BOOK

Quando la solidarietà
passa dalla tavola

Sono 33 gli chef, per altrettante ricette d’autore, che hanno aderito al progetto “Amatricianae”, un libro che è il risultato di un grande lavoro corale, per celebrare un piatto simbolo della cucina italiana e insieme contribuire alla ricostruzione di Amatrice (i proventi della vendita finanzieranno alcuni lavori di ricostruzione a Configno, frazione del paese conosciuta per il Museo delle Arti Tradizionali). Nel volume, pensato e creato da Alma e edizioni Plan, in collaborazione con il Comune di Amatrice, si sposano due anime. Infatti le versioni creative non offuscano, anzi omaggiano, la storia di questa tipicità, non a caso raccontata con precisione in tutti i dettagli che hanno portato alla codifica della ricetta tutelata dalla De.Co. Non solo quindi un semplice ricettario! Ogni aspetto dell’amatriciana, dal rapporto con il territorio all’analisi degli ingredienti, viene analizzato. Il tutto impreziosito dalla copertina dell’artista Ugo Nespolo. Nel libro figura anche il contributo del rettore di ALMA, Gualtiero Marchesi, che ha creato il piatto Insieme.