ITALIA – SPAGNA: che sfida

Dieci piloti iberici (tra cui il campione del mondo) contro quattro italiani

Marco Galvani

SULLA CARTA, è l’anno in cui potrebbe succedere di tutto. C’è Rossi che non molla il sogno del decimoMondiale, c’è Maverick Viñales che ha già ampiamente dimostrato di avere una genetica predisposizione a stare davanti e a fare il Valentino pure col suo compagno (Valentino), c’è Jorge Lorenzo su una Ducati da far paura anche con il veterano Andrea Dovizioso. E c’è la Honda che resta la moto da battere con Marc Marquez, il debutto della Ktm e la voglia di risalire per Aprilia.

SI COMINCIA. Stagione 2017. I test invernali hanno già suggerito un nome: Viñales. Primo a Sepang, primo a Phillip Island e pure in Qatar. Là dove inizia tutto. Il ragazzino darà del filo da torcere soprattutto a Valentino, 38 anni, 9 titoli e 21 stagioni in bacheca. Il Dottore è pronto a inserirsi nella sfida tra Marc e Maverick. Certo, gli aperitivi sono andati indigesti ma Rossi – si sa – preferisce il campo di battaglia a quello degli allenamenti. Il resto racconta di un Dani Pedrosa che continuerà a fare da fido scudiero al campione del mondo. Magari facendo gioco di squadra e tenendo a bada una concorrenza agguerrita. E affamata come Ducati. La «Rossa» italiana schiera due pezzi da novanta e una moto che continua a crescere test dopo test. Manca solo il titolo, assente da fin troppi anni a Borgo Panigale. Ormai non devono più dimostrare, devono fare. Andrea Dovizioso è stato protagonista di prove invernali e dopo le difficoltà iniziali la crescita di Jorge Lorenzo è stata quella che tutti si aspettavano.

DUCATI FORSE rappresenta l’incognita più grande della stagione in termini di risultati, ma l’obiettivo della casa bolognese resta uno solo. Anche, non nascondiamocelo, con Danilo Petrucci, «privato» ma con moto ufficiale. Sarà un grande punto interrogativo il 2017 dell’ex Ducati Andrea Iannone, trasferito con armi e bagagli alla Suzuki: le prime settimane di matrimonio non sono state propriamente rose e fiori ma trovata l’equazione anche il pilota di Vasto potrebbe diventare uno dei protagonisti di questo 2017. Il team Ecstar, inoltre, ha scommesso su Alex Rins, giovane rookie arrivato dalla Moto2.

CONTINUA la favola Aprilia con il team Gresini: Aleix Espargaro è stato più volte in lotta per la top five della tabella tempi, mentre Sam Lowes, esordiente in arrivo dalla vecchia 250. Le altre due matricole in griglia saranno in sella alle Yamaha Tech3, Jonas Folger e Johann Zarco. E poi la debuttante KTM: la casa austriaca parteciperà alla prima stagione completa di MotoGp dopo l’antipasto nell’ultimo appuntamento del 2016 a Valencia. In sella alla RC16 Pol Espargaro e Bradley Smith.


La regina Belen fa impazzire il Paddock

E lei è in Qatar per seguire il suo Iannone

È LEI la regina indiscussa del Paddock: Belen Rodriguez non si separa mai dal suo Andrea Iannone, il pilota della Suzuki a cui è legata ormai dall’anno scorso. Lo segue praticamente in capo al mondo e, ovviamente, lo ha seguito anche in Qatar dove il 27enne abruzzese correrà oggi la prima gara della stagione.